DE | FR | IT

Diabete mellito

Il diabete mellito, talvolta anche chiamato "malattia del sangue dolce", è una malattia cronica del metabolismo che si manifesta con l'aumento della glicemia, cioè del tasso di zucchero nel sangue. Questo fenomeno è provocato dalla completa mancanza (deficit assoluto) di insulina nel diabete mellito di tipo 1 o da una riduzione dell'azione (deficit relativo) dell'insulina nel diabete mellito di tipo 2. L'insulina è un ormone, prodotto dalle cellule beta del pancreas, che riveste il ruolo più importante nella regolazione della glicemia. L'insulina è come la chiave necessaria a far sì che le cellule "si aprano" per assimilare lo zucchero (glucosio) e trasformarlo in energia per l'organismo.

La maggioranza dei diabetici (circa il 90 %) è affetta da diabete tipo 2, mentre circa il rimanente 10 % soffre di diabete tipo 1.

Il diabete può essere causato anche da infezioni, medicamenti ecc. (chiamato anche diabete tipo 3) oppure insorge durante una gravidanza, e viene chiamato allora diabete gestazionale o gravidico (anche noto come diabete tipo 4).

In seguito all'evoluzione demografica, all'età media della popolazione sempre più elevata, alle attuali abitudini di vita e alla mancanza di attività fisica, il numero di malati di diabete è in continuo aumento. L’International Diabetes Federation (www.idf.org) stima che nel 2040 circa 642 milioni di persone in tutto il mondo saranno affette da diabete.

Torna sù

Comandate il opuscolo «Diabete mellito»
shop online