Coronavirus: informazioni aggiuntive per i diabetici

A causa dell’inasprimento delle disposizioni vigenti in Svizzera in relazione alla diffusione del coronavirus e al «social distancing», è importantissimo che i diabetici siano informati. Qui trovate informazioni aggiuntive per le persone diabetiche. (Aggiunta la domanda 15 il 6 aprile, modificata la risposta 12 il 19 aprile 2020)

Informazioni sui nostri uffici

diabetesvizzera e molte delle nostre associazioni regionali per il diabete continuano a fornire i propri servizi. La regolare operatività prosegue al meglio nel rispetto delle misure prescritte. Tuttavia, possono verificarsi ritardi nell’elaborazione delle richieste. È preferibile inviare le richieste a diabetesvizzera tramite il modulo di contatto o per e-mail.

Le associazioni regionali per il diabete sono raggiungibili con modalità diverse da regione a regione. Nei vari siti web regionali troverete informazioni in merito ai servizi offerti e agli orari di apertura. I dati di contatto degli uffici sono reperibili dalla cartina della Svizzera presente nella home page www.diabetesvizzera.ch.

Domande e risposte aggiuntive per le persone diabetiche

Le risposte in merito al rischio di contrarre la malattia in generale e al comportamento che devono assumere i diabetici, nello specifico le «persone particolarmente a rischio», sono riportate nelle FAQ pubblicate il 9 marzo 2020 o sui siti web dell’UFSP.

12. È opportuno che i diabetici continuino ad andare al lavoro in questa situazione straordinaria?

Ai sensi dell’ordinanza 2 del Consiglio federale del 16 marzo 2020, le «persone particolarmente a rischio» devono restare a casa e non andare al lavoro. In questa categoria erano compresi anche i diabetici (diabete di tipo 1 e di tipo 2).

Il Consiglio federale il 16 aprile 2020 ha modificato l’ordinanza 2 in merito alla protezione per i lavoratori particolarmente a rischio. Ora sono considerati «particolarmente a rischio» soltanto i diabetici di età superiore ai 65 anni di età o che manifestano complicanze tardive oltre al diabete mellito e un valore di HbA1c superiore all’8% (Allegato 6, punto 4).

I diabetici che non soddisfano questi criteri devono continuare a fare riferimento alle disposizioni generali della Confederazione (misure di distanza e igiene) e se possibile lavorare da casa. Dovranno rientrare sul posto di lavoro dal 17 aprile 2020 se non possono lavorare o svolgere temporaneamente una mansione diversa da casa oppure trovare un accordo individuale con il datore di lavoro. In caso di dubbi sulla singola situazione professionale spetterà al medico curante stabilire se la persona possa riprendere o meno l’attività sul posto di lavoro.

13. I medicamenti per diabetici sono ancora disponibili e vengono distribuiti?

Abbiamo contattato diversi produttori. Al momento non ci sono pervenute indicazioni di difficoltà nella fornitura, né per gli antidiabetici orali, né per l’insulina, importanti per la terapia diabetica. I produttori consigliano espressamente di evitare gli acquisti di scorte inutili. Nel caso degli antidiabetici orali può succedere che non tutti i formati siano disponibili ovunque, ma questo non ha nulla a che fare con la situazione attuale.

In caso di necessità potete rivolgervi alla vostra farmacia di fiducia per ordinare i medicamenti di cui avete bisogno e organizzare la consegna in base al rischio.

14. Dove posso ricevere l’occorrente per la terapia, ad esempio per le iniezioni e per la misurazione della glicemia?

L’occorrente per la terapia che può essere acquistato presso le nostre associazioni regionali per il diabete è reperibile dallo shop online della propria regione (selezionate la vostra regione sulla cartina della Svizzera nella home page dello shop online e create un account alla voce «login»). Qualora non siate ancora membri di un’associazione regionale per il diabete, nelle situazioni di emergenza i nostri collaboratori procedono all’iscrizione senza alcuna trafila burocratica. Se avete dubbi potete contattare la vostra associazione regionale per il diabete. I dati di contatto degli uffici sono reperibili dalla cartina della Svizzera presente nella home page www.diabetesvizzera.ch.

15. Cosa devono sapere i diabetici in questo periodo di pandemia con riferimento alla terapia che stanno seguendo?

Le attuali disposizioni e raccomandazioni della Confederazione (“restate a casa”) potrebbero comportare la riduzione di attività fisica da parte dei diabetici con conseguente aumento dei valori glicemici. È opportuno quindi controllare regolarmente il livello di glicemia. Se doveste riscontrare un evidente incremento nei vostri valori vi invitiamo a contattare il medico curante per concordare i necessari adeguamenti della terapia.